Tendenze arredo: il revival Anni ‘50

Tendenze arredo: il revival Anni ‘50

È negli anni del boom economico che nasce il design di serie. Funzionale, versatile, modulare. I mobili degli Anni ’50 avevano l’obiettivo di proiettare l’Italia verso un futuro migliore e le padrone di casa verso una realtà domestica che fosse più facile. Arredi comodi, concettuali, caratterizzati da colori decisi e materiali semplici, da linee curve ed essenziali. Arredi dalla bellezza senza tempo che, per questo, oggi fanno di nuovo bella mostra di sé negli showroom.

Revival Anni ’50: la fusione tra semplicità e funzionalità

Nei formidabili anni Cinquanta nascono gli oggetti di uso comune e fa la sua comparsa il concetto di progettismo di serie, quello pensato per facilitare il lavoro delle massaie e migliorare la qualità della vita di ospiti e padroni di casa. Giunsero sul mercato i primi elettrodomestici e la plastica e il metallo trasformarono gli arredi, talvolta influenzati dal gusto industriale talaltra contraddistinti secondo una semplicità capace di rendersi utile. La bellezza di un mobile di quell’epoca sta nella sua allure fatta di versatilità ed essenzialità. Elementi quanto mai attuali, che definiscono anche il comò del Gruppo Letto Naviglio di Zanette, un mobile per la zona notte dalle linee semplici e armoniche. Un oggetto di design che strizza l’occhio alle madie e che per questa ragione può esser utilizzato indifferentemente per arredare anche una zona living o vivacizzare un ingresso.

Un fascino evergreen ricco di significati

Lo charme degli arredi anni Cinquanta sta nella loro capacità di reinterpretare il reale. Tramite forme antropomorfe ed ergonomiche hanno dato vita a una vera e propria rivoluzione del costume. Ogni mobile è anche uno statement di stile, un complemento d’arredo, ricco di significato e carico di fervore estetico che ha cambiato il modo di intendere e vivere il bello. Ne è un esempio il design pulito ed equilibrato del letto Milano di Zanette che si esprime attraverso i morbidi e leggeri raccordi della struttura in legno assieme ai cuscini imbottiti della testata.

Gli anni ’50 di oggi

Qualità, innovazione e ricerca sono caratteristiche che nel tempo sono diventate icone del nostro saper fare nel mondo. I materiali utilizzati per produrre i mobili Anni ’50 si arricchirono di una semplicità che non era solo bella da vedere, ma anche rapida da lavorare e alla portata di tutti. Alle ante subentrarono i cassetti, il lucido fece spazio al laccato, finitura più economica e minimale. I concetti dietro le linee si posero l’obiettivo di rompere con la tradizione e proiettare l’Italia verso un nuovo modo di vivere la casa. Arrivano i cassetti, le silhouette si snelliscono e i materiali acquistano leggerezza, anche visiva.  Il Gruppo Letto Naviglio by Zanette potenzia questo concetto, proponendosi come una linea di mobili adatti sia alla camera padronale classica che a quella moderna, da personalizzare a piacere scegliendo tra le molte finiture proposte.

Salva

Salva

Salva